Scuba Diving

Fotografo sott’acqua

il primo problema che si incontra facendo fotografia subacquea è di essere in un ambiente decisamente poco congeniale. Se siete sub è fondamentale avere un buon assetto e riuscire a rimanere fermi il più possibile. Se vi divertite a praticare snorkeling, oltre ad avere pazienza e mantenere la posizione, sarà fondamentale scendere spesso in apnea. Potrete inquadrare solo con il monitor e malgrado le difficoltà, alzando la luminosità al massimo e con un po’ di pratica, prima o poi ce la farete. Ricordate che sott’acqua le immagini risultano più ingrandite (gradiente aria-acqua 1,33) quindi il nostro 28 mm diventerà un 37 mm. Avvicinatevi il più possibile per mettere meno acqua (e plancton) fra voi e il soggetto o, se l’acqua è particolarmente trasparente, non disdegnate l’uso di un medio tele. Ovviamente scattate in RAW per poter successivamente intervenire liberamente sulle correzioni cromatiche, completamente differenti se al pelo acqua o 30 mt. in profondità.

Queste immagini le ho scattate così:

• riprese effettuate dai -0,30  ai – 20 mt

• Canon G10 con custodia subacquea Canon WP-DC28

• esposizione a priorità di diaframma

• diaframma f. 2,8/4,5

• ISO 200

• a seconda delle situazioni utilizzo o meno un colpo di flash di schiarita